Cantare Facile è per chi ama cantare e per chi vuole imparare.

La maschera è quell’area di risonanza che si colloca nella parte frontale del viso e include: la bocca, il naso e i seni paranasali.
Quando si parla di piazzamento della voce in maschera si intende la possibilità di "incanalare" la voce in quest’area per ottenere un suono che sia presente, nitido, "proiettato". Se sfruttata correttamente, la "maschera" permette di ottenere: volume, potenza, consistenza e la sensazione di "proiezione"" del suono stesso verso l’esterno, senza sforzo.

Le Lezioni del Corso

La Maschera e il Piazzamento della Voce

Riuscire a "piazzare" il suono in maschera differenzia un cantante "impostato", da un cantante amatoriale. Una voce sonora, ben proiettata, corposa, accattivante e presente dipende proprio dalla capacità di sfruttare le cavità corrispondenti alla "maschera".

La sensazione che si percepisce quando la voce è ben piazzata è una sorta di vibrazione all’altezza del labbro superiore, il primo esercizio utile per percepire questa sensazione e collocare il suono in maschera è il così detto "Humming".

Come collocare il suono in maschera

Gli esercizi che utilizzano le sillabe "Mum" e "Ney" servono per ottenere facilmente la sensazione vibratoria della maschera e proiettare il suono in avanti piazzandolo correttamente. Può essere utile per raggiungere lo scopo, visualizzare un punto immaginario davanti viso e pensare di dover "colpire" quel punto con la propria voce.

Collocare il suono in maschera con i suoni aperti

Utilizzando l’humming e la consonante N il piazzamento in maschera risulta piuttosto semplice proprio perchè questi suoni agevolano il giusto collocamento della voce in maschera. Quando i suoni si "aprono" può risultare difficoltoso mantenerli proiettati in avanti. Gli esercizi seguenti utilizzano l’humming seguito da un suono vocalico che permette di non spostare il suono dalla posizione corretta ed eseguire i suoni aperti con la stessa proiezione.

Mantenere il suono in maschera su vocalizzi più complessi

Gli esercizi che seguono hanno ancora lo scopo di rendere chiaro il concetto di maschera e la sensazione vibratoria corrispondente. In questo caso si utilizzeranno ancora le sillabe Mum e Ney su vocalizzi però leggermente più complessi. In questo modo si potrà iniziare ad allenare anche la memoria musicale e l’agilità vocale insieme alla giusta collocazione del suono.

Domande? Scrivici