Cantare Facile è per chi ama cantare e per chi vuole imparare.

I Registri

La nostra voce è definita da due elementi in particolare.
Il suono o timbro:

  • Voce calda, corposa, profonda
  • Voce squillante, brillante
  • Voce chiara e leggera

L'estensione vocale è invece l'intervallo di note che siamo in grado di cantare

Per gli uomini:

  • Basso (do1-sol3)
  • Baritono (mi1-si3)
  • Tenore (sol1 - re4)

Per le donne:

  • Contralto (do2 - sol4)
  • Soprano (mi2 - si4),
  • Mezzo Soprano (sol2 - fa5)

Ovviamente questi parametri non vanno considerate in maniera assoluta, sopratutto nell'ambito del canto moderno. Per questo quando si parla di registri bisogna parlare anche di tessitura.

La tessitura, è la zona dove più frequentemente si aggira la linea del canto e quindi quelle che sono le note più comode per quel determinato registro. In base ai vari registri le tessiture sono: Basso: do#2 - do#3 Baritono: mib2 - mib3 Tenore: fa2 - fa3 Contralto: do#3 - do#4 Mezzosoprano: mib3 - mib4 Soprano: fa3 - fa4.

Come vedi le tessiture si riducono ad un'ottava di estensione e raramente, nella musica leggera, la melodia di una canzone esce di molto dall'ottava di estensione.

Idee Confuse?

Ancora ti stai chiedendo cosa registri e tessitura abbiano a che fare col tuo problema di non riuscire a cantare certe canzoni?

In realtà è molto semplice. Ognuno ha una voce diversa e ognuno canta facilmente certe note e altre no. Ma tutte le voci appartengono a un registro. Quindi, se la tua voce appartiene al registro Baritono, riuscirai a cantare facilmente le canzoni di un cantante che ha il tuo stesso registro (baritono), ma faticherai a cantare quelle di un cantante con un registro diverso (tenore per esempio).

Se sai qual è la tua estensione sai quanto in alto puoi andare e quanto in basso puoi andare.

Oltre quel limite c'è la tecnica che ti aiuta ad aggiungere altre note in alto e in basso, ma che non modificherà quello che è il tuo registro e la tua qualità vocale.

Per questa ragione è importante conoscere la propria estensione e il proprio registro. Puoi cantare tutto ciò che desideri purché sia adattato alla tua voce.

Come si migliora l'estensione vocale?

Come ti dicevo ci viene in aiuto la tecnica vocale.

Alla base resta sempre la corretta respirazione e saper dosare l'aria in base alla nota che stai cantando, ma un altro elemento fondamentale sono Le Aree di Risonanza.

Le aree di risonanza sono la cassa armonica della nostra voce, ossia dove la nostra voce risuona, e la capacità di raggiungere note che si trovano agli estremi della tua estensione, dipende dalla capacità di riconoscere ed usare le tue aree di risonanza.

Ogni nota, in base all'altezza, risuona con più facilità e con qualità in determinate aree.

Il petto corrisponde alle note gravi (basse) la maschera alle note di media altezza e la testa alle note alte. Puoi renderti conto dei risuonatori quando canti perché li senti vibrare. Infatti quando canti una nota grave senti vibrare il petto, quando cantiamo una nota in maschera sono la bocca e la cavità nasale a vibrare.

Infine quando riesci a far risuonare una nota alta in testa è proprio lì che percepisci la vibrazione.

Le note che risuonano nella testa sono le note acute, le più temute dalla maggior parte dei cantanti. Questo timore nasce dalla non capacità di indirizzare quelle note nella giusta area di risonanza. Spesso si commette un errore clamoroso, si cerca cioè di cantare una nota di testa tenendola abbassata al livello della maschera, per questa ragione non si riesce a raggiungerla oppure, se si raggiunge, questa risulta fuori tono (calante), o stridula o ancora si fatica a sostenerla. La comprensione del meccanismo che permette di "girare la nota in testa" e il sostegno del fiato permettono di raggiungere note che pensavamo essere fuori dalla nostra estensione.

Naturalmente l'unico modo per migliorare la propria estensione è esercitarsi imparando a riconoscere le aree di risonanza e a sfruttarle.

Le lezioni di questo corso

Seguendo le lezioni potrai imparare molto sulla tua voce e su come puoi farla suonare bene e superare tutti gli ostacoli legati all'estensione.

Ecco cosa scoprirai:

  • Qual è il tuo registro vocale - a quale categoria appartiene la tua voce in base alle caratteristiche dei diversi registri
  • Qual è la tua estensione vocale - quali sono le note che naturalmente suonano bene e riesci ad eseguire comodamente
  • Le aree di risonanza - i punti della tua cassa armonica in cui ogni nota risuona in base alla sua altezza
  • Come cantare le note di testa - potrai migliorare la tua estensione e riuscire finalmente a raggiungere quelle note che non riesci a prendere perché troppo alte

Cosa sono i registri nel canto

La classificazione della voce, all’interno di un registro, consente di comprendere la propria estensione e il proprio tipo di vocalità. Quelle che sono le nostre caratteristiche vocali iniziali ci forniscono molti importanti elementi per poter lavorare consapevolmente e in maniera vantaggiosa sulla voce.

L’area di risonanza del Petto e della Maschera

Il suono che produciamo tramite la vibrazione delle corde vocali utilizza dei "risuonatori" che la amplificano. Proprio come uno strumento tradizionale anche la voce ha la sua cassa di risonanza che è costituita dalle cavità del petto, della maschera e della testa.

Ogni nota si colloca, in base alla propria altezza, in una di queste aree di risonanza. Petto e Maschera corrispondono alle note gravi (basse) e alle note di media altezza. È importante riconoscere il punto esatto dove la voce e le note risuonano per ottenere un buon suono e per mantenere l’intonazione. Possiamo renderci conto dei risuonatori quando cantiamo perché li sentiamo vibrare. Infatti quando cantiamo una nota grave sentiamo vibrare il petto, quando cantiamo una nota in maschera sono la bocca e la cavità nasale a vibrare.

Come trovare la tua estensione vocale

Scopri passo a passo la tua estensione vocale, quindi capirai quali sono le note che riesci a raggiungere comodamente. Da qui potrai renderti conto del tuo livello iniziale e potrai constatare come la tua estensione migliorerà grazie all’utilizzo della giusta tecnica canora.

Questa lezione ti guida passo a passo alla scoperta della tua estensione vocale, quindi capirai quali sono le note che riesci a raggiungere comodamente. Una volta che avrai determinato la nota più bassa e la nota più alta che riesci a raggiungere, l’intervallo tra quelle due note costituirà la tua estensione.

Tieni a mente questa informazione perché rimarrai sorpreso, procedendo con le lezioni, di quanto migliorerai. Riuscirai piano piano ad andare sempre più in alto e sempre più in basso e sarai in grado anche di migliorare il suono stesso della tua voce. Questa prima "rilevazione" della tua estensione è quindi indicativa, ma è importante affinché i progressi siano graduali. Non cercare mai di spingerti oltre il limite senza sapere come fare; segui le lezioni attentamente ed esercitati con costanza, i risultati non si faranno attendere!

Aree di Risonanza: Come cantare le Note di Testa

Come imparare a collocare le note in testa e poterle quindi controllare e cantare con facilità è un obbiettivo importante per un cantante poiché le note di testa sono quelle che maggiormente si discostano dal registro che naturalmente usiamo, quello parlato.

Questa lezione propone una serie di esercizi per imparare a collocare le note in testa e poterle quindi controllare e cantare con facilità. È molto importante ricordare il legame stretto che esiste tra giusto posizionamento della nota e pressione dell’aria. Più si sale con la voce meno aria bisogna utilizzare, quindi bisogna comprimerla in modo che passi solo la necessaria quantità attraverso le corde vocali. Troppa aria attraverso le corde vocali impedisce che esse riescano a mantenersi stabili, inoltre le asciuga con il conseguente risultato di una nota spezzata, traballante ed insicura. Raggiungere il giusto equilibrio è naturalmente una questione di esercizio e va perseguito sempre gradatamente, senza fretta, cercando di aumentare la propria estensione poco a poco.

L’area di risonanza di Testa

Le note che risuonano nella testa sono le note acute, le più temute dalla maggior parte dei cantanti. Questo timore nasce dalla non capacità di indirizzare quelle note nella giusta area di risonanza ossia nella testa.

Spesso si commette un errore clamoroso, si cerca cioè di cantare una nota di testa tenendola abbassata al livello della maschera, per questa ragione non si riesce a raggiungerla oppure, se si raggiunge, questa risulta fuori tono (calante), o stridula o ancora si fatica a sostenerla. La comprensione del meccanismo che permette di "girare la nota in testa" e il sostegno del fiato permettono di raggiungere note che pensavamo essere fuori dalla nostra estensione.

Compra La Categorizzazione delle voci in Registri e le Aree di Risonanza

6,99
Pacchetti che includono questo corso

Compra Corsi Base di Canto Moderno

Include 7 corsi: Imparare il Vibrato, Come Affrontare Provini, Audizioni e Casting, La Giusta Respirazione nel Canto, Migliorare l’intonazione grazie all’Ascolto Attivo, La Categorizzazione delle voci in Registri e le Aree di Risonanza, Come Aumentare l’Estensione Vocale, Alimentazione, Riscaldamento Vocale, Trucchi e Tecniche per vincere la paura
47,99
La Categorizzazione delle voci in Registri e le Aree di Risonanza
Domande? Scrivici