Cantare Facile è per chi ama cantare e per chi vuole imparare.

Ciao, oggi voglio parlarti di tonalità. Ti parlo di tonalità perché è un elemento fondamentale nel momento in cui si va a scegliere di cantare un brano, di cantare una canzone, ed è strettamente legato a quelle che sono le caratteristiche vocali di ognuno di noi.

Allora, ognuno di noi ha una propria estensione vocale, cioè riesce a cantare in maniera agevole e facile determinate note, che vanno da una nota più bassa a una nota più alta, e questo intervallo che c'è tra la nota più bassa e la nota più alta che riusciamo a cantare in maniera agevole, costituisce la nostra estensione. La tonalità di una canzone invece per definizione è l'insieme degli accordi e delle note che compongono quella determinata canzone.

Quando ascoltiamo la melodia di una canzone e proviamo a cantarla, ci rendiamo immediatamente conto se quella melodia ha le note che rientrano nella nostra estensione o meno. Cioè, se io che sono una donna per esempio, voglio cantare una canzone di Riccardo Cocciante, e provo ad ascoltare la canzone di Riccardo Cocciante, "Margherita" per esempio; l'ascolto e mi rendo conto che, cavoli, all'inizio è bassissima. Allora la farò in alto, la farò un'ottava sopra. Però quando arriva il ritornello, quando comincia a salire, poi diventa troppo alta.

E allora come faccio? E' perché la canzone è un po' troppo bassa o la canzone è troppo alta? Semplicemente la canzone non è nella mia tonalità, tutto lì. Per cui bisogna cercare di adattare la canzone, la base della canzone alla propria *tonalità. Esistono delle *regole musicali, che sono ben precise, per riuscire a regolare insomma la tonalità diciamo del brano alla propria voce. Però se non si conosce la musica, se siamo in difficoltà in questo senso, ci sono dei metodi altrettanto efficaci molto molto più semplici.

Partendo dal presupposto che utilizzi magari delle basi midi per cantare le canzoni che vuoi cantare, basi midi file, sono modificabili nell'altezza, sono modificabili nel tempo, insomma puoi cambiare gli strumenti eccetera. Puoi agire in diversi modi sulle basi midi, utilizzando dei *software* anche in questo caso gratuiti, che trovi in rete molto tranquillamente. Allora, quello che devi fare quando ti rendi conto che una canzone è troppo bassa per esempio, dovrai andare sul midi file, agire sul midi file, alzando la tonalità gradualmente.

Generalmente nei software audio di editing midi si utilizza il "1, 2, 3, 4" per salire o per scendere *"-1, -2, -3, -4", e a salire "1, 2, 3, 4". *Ogni numero corrisponde a un semitono*, che è praticamente il *valore musicale più piccolo tra una nota e l'altra. Quindi se tu hai una canzone, dicevamo, che vuoi cantare, ma vedi che nella tonalità originale è troppo bassa, cosa fai? Vai sul midi file e lo alzi di 1, cioè di un semitono, e riprovi a cantarla.

Com'è? E' ancora troppo bassa? Ok. Andiamo su di 2, ed è un tono. Com'è? E'ancora troppo bassa? E fai questo test, quindi continui a cantarla e a provarla fino a che non sentirai di essere completamente a tuo agio con la voce su quella canzone. La stessa cosa vale per la canzone troppo alta. Perché se un brano è per un soprano, è cantato da un soprano, e io sono un contralto, e col cavolo che arrivo a certe note, molto alto e i fischiati, insomma non sono nella mia vocalità.

Io canto meglio nelle note medio basse, e quindi voglio abbassare quella base. Quindi si fa la stessa identica cosa: -1, proviamo. Com'è? Ancora troppo tirata, ancora faccio fatica, ancora non esce bene la mia voce? Scendo ancora: -2, -3, fino a che non riesco a trovare la tonalità adatta alla mia voce, che meglio mi consente di interpretare un brano. Tutto questo anche per dire che non significa essere particolarmente bravi o particolarmente abili il cantare in tonalità originale una canzone, soltanto perché arriva a delle note pazzesche, altissime.

Non vuol dire essere bravi cantanti, arrivare altissimi. Bravi cantanti è un'altra cosa. Avere una buona estensione, arrivare bene in alto può essere una dote naturale perché si ha un registro particolarmente alto di natura o con lo studio, ma non necessariamente arrivare a note alte significa essere un bravo cantante. Essere un bravo cantante significa modulare, significa usare la voce in maniera appropriata, gradevole, giusta e trasmettere, quindi interpretare in maniera emotiva ed emozionale quello che si sta cantando.

Domande? Scrivici