Cantare Facile è per chi ama cantare e per chi vuole imparare.
The Rolling Stones - Jumpin' Jack Flash

Questa è la trascrizione del video The Rolling Stones - Jumpin' Jack Flash

Guarda il video

Se oggi esiste il rock come lo conosciamo, buona parte del merito va ai Rolling Stones, e oggi voglio parlare di "Jumpin Jack Flash". Una canzone nata in maniera molto curiosa, perché pare che l'ispirazione sia venuta dal giardiniere di *Keith Richards, che si chiamava Jack appunto, e tutto capitò in un'alba, all'alba a casa di *Keith Richards. Stavano per addormentarsi lui e Mick Jagger dopo una notte praticamente insonne, quando cominciarono a sentirsi questi passi, saltelli, sull'erba, nel giardino.

Al chè Mick Jagger chiese a Keith Richards cosa fosse, e lui disse: "E' Jack, Jumpin Jack", cioè "Jack che saltella". E da questo "Jumpin Jack" è nata, è partita l'ispirazione. Per cui Richards s'è messo a suonare un riff con la chitarra, usando, canticchiando "Jumpin Jack", e poi insomma a Mick Jagger il merito di aver aggiunto "Flash": quindi "Jumpin Jack Flash". E' una storia stranissima, ma pare sia proprio così, perché questo almeno l'ha dichiarato proprio Keith Richards in una intervista.

Il brano è un brano rock, un brano blues/rock, come è la caratteristica poi fondamentale dei Rolling Stones, che hanno in fondo inventato un genere. Che è un po' una banalità, perché un genere nel genere, il blues nel *rock, però alla fine sono coloro i quali hanno veramente creato uno *stile musicale** che è andato a discostarsi completamente da quella che era la musica dell'epoca. Il brano in particolare fu un successo ovviamente, anche grazie alla cover ricantata da Aretha Franklin, altra versione assolutamente bellissima.

Ma tornando ai Rolling Stones come momento di rottura nella musica, "Jumpin Jack Flash" è appunto un esempio di quello che è il rock, e da cui è nato poi il rock come lo conosciamo oggi. Intanto ai Rolling Stones va il merito di aver creato, di aver inventato, se pur inconsapevolmente ovviamente, quello che è l'assetto del gruppo rock per antonomasia. E cioè un cantante, un solista sexy e un po' così trasgressivo, che è Mick Jagger appunto, e un chitarrista carismatico.

Se ci pensi, da allora, in tutte le band a seguire, anche le band rock più recenti, dei nostri anni, hanno questo tipo di assetto, cioè i punti cardine del gruppo normalmente sono proprio il cantante, con queste determinate caratteristiche, e il chitarrista. Quindi loro si sono discostati completamente da quelle che erano le altre realtà musicali dello stesso periodo.

Loro sono notoriamente i rivali, l'antitesi dei Beatles, no? Infatti ci sono i fan dei Beatles, e i fan dei Rolling Stones, che pare non riescano mai a trovare un punto di incontro. I Rolling Stones sono però in realtà tutt'altra cosa rispetto ai Beatles. I Beatles erano un gruppo prevalentemente vocale, così come i Beach Boys, così come la maggior parte degli altri gruppi e delle altre realtà musicali di quell'epoca, e parlo insomma della metà degli anni '60. I Rolling Stones no.

I Rolling Stones erano una band che faceva rock'n'roll, che faceva questo blues/rock completamente differente, che appunto si basava su delle caratteristiche, e musicali, e di arrangiamento poi, e di assetto del gruppo, totalmente appunto differenti rispetto a tutti gli altri artisti della loro epoca. Dopo di loro sono arrivati poi i Led Zeppelin e quant'altro, tutti gli altri grandissimi del rock.

Ma il merito ai Rolling Stones va assolutamente, di essere stata proprio la prima band che si può definire *rock* così come lo conosciamo noi. Quindi se apprezzi il rock, ma anche se non apprezzi il rock, i Rolling Stones sono un gruppo di grande ispirazione, senz'altro, sia sotto l'aspetto musicale, sia sotto l'aspetto scenico, perché uno dei grandi pregi e grandi meriti sicuramente di un leader come Mick Jagger, è di avere una padronanza e una personalità sul palco invidiabili. Per cui, insomma, vanno visti ed ascoltati.

Domande? Scrivici